L’uva fa ingrassare?

Per me l’inizio dell’autunno significa solo una cosa : vendemmia !

Ho dei bellissimi ricordi di questa giornata che si ripeteva di anno in anno: la casa si popolava di amici, zii e cugini, un pò per aiutare e un pò per mangiare l’uva appena raccolta.

Che cosa contiene l’uva ?

L’uva è un buon dissetante, infatti è costituita per circa l’ 80 % da acqua. Nell’uva inoltre troviamo un discreto quantitativo di vitamina A, C, B6 e di alcuni minerali come il Potassio, il Calcio e il Ferro. Ma ciò che la rende così appetitosa e ricercata dagli amanti del dolce è il suo alto contenuto in zuccheri, circa 16 grammi su 100 di prodotto. Questo valore può variare con il grado di maturazione dell’uva, con la cultivar e con il clima.

Quali sono i benefici legati al consumo di uva ?

Il grappolo d’uva comprende un certo numero di acini o chicchi. L’acino ha una parte esterna, la buccia, una mediana, la polpa e una interna, i vinaccioli. Ognuna di queste zone ha le sue specificità. La buccia è ricca di tannini, sostanze aromatiche e sostanze coloranti. I tannini, appartenenti alla grande famiglia dei polifenoli, sono degli antiossidanti naturali quindi sono utili per prevenire l’invecchiamento cellulare. La polpa ha un alto contenuto di acqua e zuccheri che le permettono di essere un buon dissetante. Infine i vinaccioli, quei piccoli semi presenti all’interno dell’acino, sono ricchi di acidi grassi polinsaturi come l’acido linoleico, pertanto hanno azione ipocolesterolemizzante. Da questi semi infatti si ricava l’olio di vinaccioli che trova impiego in cucina e in cosmetica.

Quanta uva mangiare ?

Con le sue 60 kcal per 100 grammi l’uva non è certamente un frutto di cui fare grandi scorpacciate, in particolare se si sta seguendo una dieta o se si hanno problemi di diabete. Come per altra frutta ricca in zuccheri, ad esempio fichi, datteri, mandarini e melograni, vale la regola del non esagerare. Un grappolo di uva del peso di 100-150 grammi può essere sufficiente per uno spuntino o per concludere un pasto.

Seguici su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *